Trimetoprima Sulfametossazolo rezeptfrei online kaufen

18.00

Categoria:

VEDI OFFERTE

Cosa serve?: Per rimuovere le infezioni.

Formula:Trimetoprima 16,67 / Sulfametossazolo 83,33

Che cos’è?: Antibiotico generico.

Presentazioni: Compresse, soluzione, sospensione, soluzione iniettabile.

brevetto – Vendita di prescrizione.

Rischi in gravidanza: alto

Rischi dell’allattamento al seno: sotto

Rischi con l’alcol: alto

Articolo rivisto e approvato dal nostro team medico seguendo la politica editoriale
Ultimo aggiornamento: 23/02/2020

Consulta il tuo medicoper sempre/NOautomedicare / Questo è unguida informativa

Indice

Che cos’è Trimetoprim Sulfametossazolo ea cosa serve?

Trimetoprim Sulfametossazolo è un farmaco antibiotico ad ampio spettro, il che significa che viene utilizzato per eliminare le infezioni causate da batteri e microrganismi molto diversi.

    Nomi commerciali

    :Bactrim, Ectaprim , Septrin, ecc. Nome generico

    : Trimetoprima Sulfametossazolo, Cotrimossazolo. Presentazioni e via di amministrazione:

    Compresse, soluzione, sospensione e soluzione iniettabile. Orale, intramuscolare ed endovenosa. I suoi usi più frequenti sono per

    : Infezioni batteriche.

La combinazione di entrambi i farmaci, noto anche come Cotrimoxazolo, ha un effetto sinergico, ovvero ne aumenta l’efficacia rispetto all’utilizzo di uno solo di essi come trattamento. Gli usi principali sono:

  • Infezioni delle vie respiratorie:
      Rinite

      . Infezione con infiammazione delle mucose del naso.

    • Sinusite. Infiammazione delle cavità situate intorno ai passaggi nasali a causa di un’infezione batterica.
    • Tonsillite

      . Infiammazione infettiva delle tonsille con presenza di dolore. Faringite

      . Infiammazione della faringe che può presentare dolore, secchezza e febbre. Broncopolmonite

      . Infezione infiammatoria dei bronchi.

    • Polmonite. Malattia polmonare infettiva caratterizzata da tosse, dolore nella zona polmonare, brividi, febbre, ecc.
    • Bronchite. Infiammazione infettiva delle membrane dei bronchi.
    • tracheite

      . Infezione nella trachea che causa infiammazione.

  • Apparato digerente:
      dissenteria bacillare

      . Infezione del colon causata da parassiti. Influenza intestinale

      . Infezione intestinale che di solito è accompagnata da diarrea, nausea, coliche, ecc. tifo

      . Malattia infettiva causata da batteri che si verificano durante il consumo di acqua o cibo contaminato. Si manifesta con eruzioni cutanee, dolori muscolari e febbre. Paratifoidea

      . Malattia simile al tifo con sintomi più lievi.

    • Peritonite. Infezione infiammatoria che si manifesta nella membrana che ricopre parte dell’addome, nota come peritoneo.
    • toxoplasmosi

      . Infezione che di solito si verifica ingerendo feci di gatto o cibo crudo. diarrea del viaggiatore

      . Condizione molto comune nei viaggiatori causata da infezioni dovute al consumo di cibo o acqua contaminati. Diverticolite

      . Infiammazione delle piccole sacche del tubo digerente.

  • Infezioni cutanee:
      Bolle

      . Malattia infettiva della pelle, principalmente nelle ghiandole sebacee o nei follicoli piliferi. Si manifesta con infiammazione e secrezione di pus. Piodermie

      . È una condizione della pelle che include un’infezione batterica. Nocardiosi

      . È un’infezione causata dai batteri nocardia, caratterizzata da tosse con sangue, sudorazione fredda, perdita di peso, mal di testa, convulsioni e febbre. A volte non ci sono sintomi.

    • Qualsiasi tipo di ferite infette .
  • Infezioni dei genitali e delle vie urinarie:
      Uretrite gonococcica

      . Malattia genitale costituita da infiammazione dell’uretra. La condizione più comune è nota come gonorrea. Pielocistite

      . Infiammazione del bacino nella zona dei reni e della vescica. Pielonefrite

      . Infezione renale solitamente causata da germi fecali. Cistite

      . Infiammazione della vescica che provoca un aumento della frequenza della voglia di urinare.

  • Condizioni oculari:
      Blefaritis

      . Infezione con infiammazione delle palpebre che limita la produzione di lacrime. Congiuntivite

      . Infezione oculare che provoca irritazione, dolore, lacrimazione e prurito.

  • Infezioni massicce:
      Setticemia

      . Questa è nota come la complicazione di un’infezione che di solito si diffonde e in molti casi provoca la morte. Sepsi neonatale

      . Contagio con batteri o funghi che i neonati soffrono al momento della nascita. Può presentarsi con diarrea, vomito, mal di stomaco, problemi respiratori, ingiallimento della pelle, convulsioni, ecc.

  • malattie infettive delorecchie, come l’otite.

Come per tutti gli antibiotici, è importante seguire alla lettera le istruzioni mediche e non interrompere il trattamento se non diversamente indicato da uno specialista. La sospensione o l’assunzione di farmaci inappropriati possono causare la resistenza dei germi al farmaco.

Presentazioni e forma di amministrazione

    Compresse ingeribili e dispersibili da 80 o 160 mg

    trimetoprim solfato e400 e 800 mgdi Sulfametossazolo in scatole da 14, 20 e 30 pezzi. Prodotto da GSK Laboratories of Mexico, Hormona, Liomont, Roche e altri, con marchi commerciali come Bactrim, Ectaprim, Maxtrim, Septrin o Septrin F, così come altri. Sospensione con 800 mg

    trimetoprim solfatoe 4 gdi Sulfametossazolo in 100 ml, in flaconi da 120 ml. Prodotto da GSK Laboratories, Hormone e Roche, con i nomi commerciali Bactrim, Maxtrim P, Septrin e altri. Soluzione pediatrica con 200 mg

    trimetoprim solfatoe 4 gdi Sulfametossazolo in 100 ml, in flaconi da 120 ml. Prodotto da Laboratorios Hormona e Liomont con i marchi Maxtrim P, Ectaprim e altri. Soluzione iniettabile con 160 mg

    trimetoprim solfatoe 800 mgdi Sulfametossazolo in 3 ml di soluzione, in scatole da 6 fiale. Prodotto da ICN Pharmaceutical Laboratories con il marchio Trimexazole.

Dosaggio e usi consigliati per età

Presentazione Da 0 mesi a 12 anni Adulti Volte al giorno
compresse No Due Due
Sospensione 2,5 – 10 ml 10 ml Due
soluzione pediatrica 2,5 a 10 ml No Due
Soluzione iniettabile No 1 fiala Due

*Uso e dosaggio devono sempre essere prescritti da un medico*

Farmaci nei bambini:Viene utilizzata solo la soluzione pediatrica. Dovrebbe essere misurato con un misurino, dopo aver preso il medicinale dovresti bere un po ‘d’acqua per passare il medicinale. La dose per bambini da 6 settimane a 5 mesi corrisponde a una dose di 2,5 ml, da 6 mesi a 5 anni corrisponde a 5 ml e di età superiore a 6 anni la dose è di 10 ml.

Le compresse devono essere somministrate con abbondante acqua e dopo i pasti. La soluzione iniettabile viene somministrata per via endovenosa.

La dose di Trimetoprim Sulfametossazolo può essere aumentata fino al 50% quando necessario per il trattamento di infezioni gravi. Il medicinale di solito ha effetto in 5-7 giorni. Se dopo tale periodo non ci sono risultati, il suo utilizzo dovrebbe essere rivalutato. Il trattamento non deve essere interrotto se i sintomi non sono scomparsi per almeno 2 giorni.

Per la gonorrea si consigliano da 320 a 400 mg da assumere 2 volte al giorno per 3 giorni. In caso di infezione da ulcera, è sufficiente la dose indicata nella tabella per 7 giorni.

Alcune condizioni possono richiedere trattamenti più lunghi, come la nocardiosi, in cui devono essere assunti da 480 a 640 mg al giorno per 3 mesi.

Trova le farmacie vicino a teTrova filiale

Controindicazioni e avvertenze

    Generale

    . L’uso di questo medicinale può richiedere esami delle urine prima e durante il trattamento, nonché esami del sangue. È necessario prestare attenzione per rilevare i calcoli nei reni e nel tratto urinario a causa del suo uso. Precauzioni speciali devono essere prese nei pazienti con insufficienza renale, oltre a quelli con malattie del fegato. Dosi elevate o trattamenti lunghi possono influenzare la composizione del sangue, principalmente il numero di globuli rossi, bianchi e piastrine. Allergie o ipersensibilità

    . Non utilizzare se si è allergici al farmaco o ai sulfamidici. mescolare con l’alcool

    . Il suo uso in combinazione con l’alcol può causare l’effetto disulfiram, noto per causare i sintomi del farmaco Disulfiram usato negli alcolisti per prevenire il consumo di questo farmaco. Alcuni degli effetti del consumo anche di piccole quantità di alcol sono nausea, vomito, mal di testa, visione offuscata, mancanza di respiro, soffocamento, ansia, sudorazione eccessiva, dolore toracico e confusione, tra gli altri. Mescolare con altri farmaci

    . Alcuni dei farmaci che dovrebbero essere evitati durante il trattamento con Trimetoprim Sulfametossazolo sono i tiazidici,Digossina, Metenamina, Vitamina K, Fenilbutazone,warfarin, anticoagulanti, contraccettivi orali, farmaci emolitici ed epatotossici, tra gli altri.non consigliatonell’uso dei vaccini durante il trattamento.

Combinazione di Trimetoprim Sulfametossazolo in gravidanza e allattamento

GRAVIDANZA

ALTO RISCHIO

ALTO

L’ALLATTAMENTO

A BASSO RISCHIO

SOTTO

  • Trimetoprim Sulfametossazolo è incompatibile con la gravidanza.È classificato dalla FDA (Food and Drug Administration) come farmaco di rischio di tipo C per il trimetoprim e B per i sulfamidici. La combinazione è considerata di tipo C in generale. Illaboratori di produzioneNon ne raccomandano l’uso nelle donne in gravidanza. Il motivo del divieto è che può causare gravi danni al sistema nervoso centrale dei neonati, come la condizione nota come Kernicterus, i cui effetti includono ritardo mentale, tremori, carattere, alterazioni sensoriali, dell’equilibrio e altri.
  • Trimetoprim Sulfametossazolo è compatibile con l’allattamento.Secondostudimedici di e-lactancia.org, questo farmaco ha un rischio molto basso poiché ritengono che solo dal 4 al 10% delle dosi pediatriche venga escreto.

Effetti collaterali

L’uso di Trimetoprim Sulfametossazolo alle dosi indicate e sotto stretto controllo medico è generalmente ben tollerato. I sintomi che possono interessare più di 1 paziente su 10 sono generalmente lievi e sono:

    Problemi dell’apparato digerente

    – Nausea e vomito. Pelle

    – Eruzioni cutanee. Sistema circolatorio

    – Palpitazioni.

Spesso 1 persona su 100 ha i seguenti effetti:

    Apparato digerente

    – Diarrea, Visualizzazione

    – Occhi rossi, dolore e altri sintomi. Sangue

    – Diminuzione del sodio oltre ad altre alterazioni nella composizione del sangue. Pelle

    – Formazione di lividi, vesciche in bocca, naso o vagina, eruzioni cutanee con comparsa di scottature solari, colorazione giallastra, ecc. Sistema nervoso centrale

    – Male alla testa . Respirazione difficoltosa

    .

  • Febbre.
  • Tendenza a contrarre infezioni frequenti

    . Ulcere alla bocca e alla lingua

    . sensazione di debolezza

    .

Molto raramente, interessando circa 1 persona su 1.000, possono verificarsi i seguenti sintomi:

    Reazioni allergiche

    – Gonfiore della lingua, della gola o del viso, difficoltà a deglutire, problemi respiratori, tra gli altri. Sistema nervoso centrale

    – Svenimento evertiginioltre ad altri sintomi. Pelle

    – Orticaria orticaria, effetto che consiste nella formazione di macchie che si percepiscono anche al tatto.

Gli effetti collaterali sono molto importanti in molti casi e la loro presenza potrebbe indurre il medico a modificare il trattamento. Si suggerisce di tenervi al corrente di eventuali effetti anche se non inclusi in questo elenco.

Fonti mediche

Controlla i prezzi dei farmaci

Carrello