ossitocina rezeptfrei online kaufen

31.00

Categoria:

VEDI OFFERTE

Cosa serve?:

Formula:Ossitocina.

Che cos’è?: Farmaco generico / Farmaco ormonale.

Presentazioni: Fiale da 5 UI/1 ml.

– Vendita di prescrizione.

Rischi in gravidanza: sotto

Rischi dell’allattamento al seno: sotto

Rischi con l’alcol: alto

Articolo rivisto e approvato dal nostro team medico seguendo la politica editoriale
Ultimo aggiornamento: 21/07/2019

Consulta il tuo medicoper sempre/NOautomedicare / Questo è unguida informativa

Indice

Guida informativa sull’ossitocina

    Nomi commerciali:

    Xitocina, Oxitopia. Nome generico:

    Ossitocina. Serve per:

    Induzione del travaglio, controllo dell’emorragia postpartum.

Che cos’è l’ossitocina ea cosa serve?

L’ossitocina è un farmaco ormonale appartenente a un gruppo chiamato ossitocico che serve a favorire l’insorgenza e il travaglio.

Questo farmaco è usato per:

  • Induzione del travaglio in una gravidanza a termine
  • Inizio o miglioramento delle contrazioni uterine
  • Aiuto nella gestione dell’aborto inevitabile
  • Controllo dell’emorragia postpartum

L’ossitocina stimola le contrazioni uterine attraverso i recettori sulle cellule che aumentano il livello di calcio all’interno delle cellule, che attiva le fibre muscolari. Inoltre, questo farmaco aumenta le prostaglandine, sostanze responsabili anche della contrazione uterina durante il parto.

L’ossitocina è utile per l’inevitabile aborto o quando il feto muore, perché le contrazioni che produce aiutano ad eliminare i prodotti della gravidanza (placenta, membrane fetali, feto).

Nell’emorragia postpartum è un farmaco molto importante, sia per il trattamento che per la prevenzione. Questo perché questa eccessiva perdita di sangue si verifica perché ci sono resti della placenta all’interno dell’utero. L’ossitocina aiuta l’utero a contrarsi e permette ai detriti di fuoriuscire, oltre a comprimere i vasi sanguigni per fermare l’emorragia.

Presentazioni e moduli di amministrazione

L’ossitocina è prodotta dai laboratori Cryopharma e Pisa nella seguente presentazione:

    Soluzione iniettabile:

    Fiale da 5 UI/1 ml.

Dosaggio consigliato per età

Sofferenza Da 0 a 12 anni Adulti Volte al giorno
Induzione del travaglio o stimolazione delle contrazioni No Da 2 a 8 gocce al minuto Infusione
taglio cesareo No 1 fiala Dose singola
Prevenzione del sanguinamento uterino No 1 o 2 fiale Dose singola
emorragia post parto No 1 o 2 fiale Dose singola seguita da infusione
aborto con feto morto No 1 o 2 fiale Dose singola seguita da infusione

** USO E DOSAGGIO DEVONO ESSERE SEMPRE PRESCRITTI DA UN MEDICO **

L’uso dell’ossitocina deve essere sempre monitorato da un medico in ambiente ospedaliero.

Nel caso dell’induzione del travaglio, l’infusione endovenosa viene eseguita in modo che la miscela contenga 10 milliunità per millilitro. Questa dose deve essere aumentata progressivamente fino a un massimo di 40 gocce/minuto.

Nelle altre indicazioni, l’ossitocina può essere somministrata per via intramuscolare o per iniezione endovenosa lenta.

Nel taglio cesareo viene somministrato subito dopo l’estrazione del feto.

Quando si continua l’infusione, si mescolano da 5 a 20 UI di ossitocina con 500 ml di soluzione fisiologica e fornite secondo necessità dal paziente.

Il farmaco inizia la sua azione in 1 minuto per via endovenosa e in 3-5 minuti per via intramuscolare, con una durata da 1 a 3 ore.

Farmaci nei bambini:L’ossitocina non deve essere utilizzata nei bambini, poiché non ha indicazioni e potrebbe causare effetti avversi.

Trova le farmacie vicino a teTrova filiale

Controindicazioni e avvertenze

    Generale:

    Questo farmaco non deve essere utilizzato in presenza di sproporzione cefalopelvica (l’anca della madre è molto stretta o la testa del bambino è molto grande), posizioni fetali sfavorevoli (i piedi del bambino non puntano verso la testa della madre), stress fetale, utero iperattivo o ipertonico o quando il parto vaginale è controindicato (a causa di cancro cervicale, herpes genitale attivo, compressione del cordone ombelicale o placenta che ostruisce la cervice). allergie:

    Da evitare nei pazienti allergici all’ossitocina. Mescolare con alcol:

    L’alcol non deve essere consumato durante la gravidanza o il periodo postpartum. Mescolare con i farmaci:

    Si deve prestare attenzione quando si usa con le prostaglandine, perché questa combinazione aumenta gli effetti contrazionali dell’utero e può essere pericolosa sia per la donna che per il bambino. Si sconsiglia la miscelazione con anestetici inalatori come ciclopropano o alotano, in quanto potrebbero causare ipotensione, alterazioni cardiache e vascolari.

Compatibilità dell’ossitocina in gravidanza e allattamento

GRAVIDANZA

A BASSO RISCHIO

SOTTO

L’ALLATTAMENTO

A BASSO RISCHIO

SOTTO

  • L’ossitocina è compatibile con la gravidanza.SecondoUNAM, questo farmaco è sicuro ed efficace in questo periodo, a condizione che venga utilizzato nelle condizioni e nel dosaggio adeguati.
  • L’ossitocina può essere utilizzata durante l’allattamento.Secondoricerca, l’ossitocina ha un basso rischio nei bambini. Questo ormone è prodotto nel corpo umano e può aiutare la generazione di latte nella madre.

Effetti collaterali

Senza una frequenza definita può causare le seguenti reazioni secondarie:

    Sistema cardiovascolare:

    Aritmie cardiache, crisi ipertensive,ipotensione, emorragia subaracnoidea (sanguinamento nelle membrane del cervello), tachicardia, contrazioni ventricolari premature. Sistema endocrino:

    Intossicazione da acqua (associata a convulsioni e coma, quando l’ossitocina viene infusa per 24 ore o più). Apparato digerente:

    Nausea. Sistema genitourinario:

    Emorragia postpartum, rottura uterina, ematoma pelvico.

In caso di sintomi o effetti collaterali, consultare immediatamente un servizio di emergenza.

Controlla i prezzi dei farmaci

Carrello